Internet è la Collina, non il cellulare

La collina dei sogni che diventano progetti — Salsomaggiore Terme (PARMA)
  1. La libertà di comunicare con chiunque nel mondo e di accedere a qualsiasi fonte.
  2. La libertà di lavorare ovunque e nei tempi che decidiamo noi, senza limiti spazio-temporali.
  3. La libertà di esprimere le nostre opinioni, di scriverle e condividerle su ogni possibile canale.
  1. La libertà di comunicare con ognuno nel mondo e di accedere a qualsiasi fonte non sembra mediamente darci vite più informate. Secondo l’UNESCO nel mondo vengono pubblicati più di due milioni di libri ogni anno, solo su Amazon (secondo un’analisi abbastanza datata di Techcrunch) appare un nuovo libro ogni cinque minuti, miliardi di parole, di immagini, video, suoni competono ogni giorno per avere la nostra attenzione. E noi come faremo a leggere tutto? Come fruiremo tutto questo? Come selezioneremo? Come orientarci in questo universo infinito di informazioni? Cresce l’ansia da perdita del controllo e nella sensazione di disorientamento, molti di noi rinunciano. Smettiamo di scegliere. Ci accontentiamo di quello che ci raggiunge invece di cercare quello di cui abbiamo realmente bisogno. Come lettori e come scrittori spesso siamo disorientati dai flussi di informazioni che ci raggiungono ogni giorno a qualsiasi ora e che proseguono il loro fluire anche in nostra assenza. E questo proprio non ci piace. Per questo motivo ci risulta difficile disconnetterci, rimanere fuori senza avere la sensazione di perderci qualcosa. Questa paura ci porta soltanto ad avere vite più stressate e una sensazione costante di dover accelerare come in una gara con noi stessi che non sembra mai avere fine. Il nostro benessere ne risente. Non abbiamo mai avuto accesso a tante fonti di informazioni, ma non siamo per nulla più informati, né tantomeno, ci sentiamo più liberi.
  2. Ma veniamo alla libertà lavorativa. Oggi, come mai avvenuto in passato, molti lavori potrebbero essere svolti da remoto, ovunque nel mondo e questo è bellissimo. Internet è la collina, ricordate? Eppure esiste anche qui il rovescio della medaglia. Il lavoro libero da costrizioni spazio-temporali ci ha portato a essere costantemente connessi e, quel che è peggio, continuamente reperibili. Come una nuova e più subdola forma di schiavitù, siamo rimasti vittime di questa falsa promessa di libertà. Riprendere il controllo delle nostre vite significa sapere quale sia il percorso da intraprendere verso la costruzione della migliore versione di noi stessi.
Diventa autore della tua vita di Francesco Marconi, Editore BUR Rizzoli
Gwyneth Paltrow in Sliding Doors
  1. La vera connessione globale non è digitale, ma umana. Nei prossimi venti anni per cambiare le nostre narrazioni è importante scegliere la chiave della ricerca della verità. È l’unica chiave possibile. Verità senza se e senza ma, senza vergognarsi della parola, senza nascondersi dietro a nomignoli, senza velarla di aggettivi inutili. Il buon giornalismo deve impegnasrsi a cercare la verità. I fatti non bastano più, dobbiamo anche saperli raccontare. La verità è ricerca, interrogazione, dubbio, verifica. Dobbiamo ringraziare ed essere pronti a finanziare chi ha il coraggio di dubitare e ci aiuta a smascherare la falsità. La gratuità, ricordiamocelo, è sempre sospetta.
    E con la ricerca della verità possiamo anche ridare un senso alla buona comunicazione. Paolo Iabichino esattamente dieci anni fa le ha dato il nome di Invertising, perché inverte la rotta della pubblicità, sceglie una nuova grammatica per contribuire a rendere il mondo un posto migliore in cui vivere- Per questo valore, concretezza, verità, missione devono essere alla base dello scambio a ogni livello, sia aziendale sia nelle nostre narrazioni quotidiane.
Invertising di Paolo Iabichino

--

--

Leggere e scrivere di come Internet possa migliorare la vita delle persone integrando mindfulness e tecnologia.

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Marisandra Lizzi

Marisandra Lizzi

Leggere e scrivere di come Internet possa migliorare la vita delle persone integrando mindfulness e tecnologia.