CHE COS’È IL BIOENERGETIC-SHEN TREATMENT©️

Il Bioenergetic-Shen Treatment©️ è “una tecnica di sensibilizzazione corporea che permette di accedere, attraverso il corpo, al disagio psicologico e caratteriale, alle frustrazioni esistenziali e relazionali e di superarli in modo completo e stabile.”

Pino Ferroni, Il Corpo ritrovato, European Bioenergetic-Shen Institute Books, 2017

Pino ha lavorato 50 anni all’affinamento continuo di questo metodo che “ha la capacità di muovere l’energia vitale della persona che la riceve, sino a tramutare questa energia in cosciente desiderio di affrontare e risolvere antiche problematiche emozionali ed esistenziali.” Il lavoro sul corpo intende sciogliere quei blocchi energetici che fanno ristagnare lo scorrere naturale dell’energia o, peggio, la bloccano nel suo fluire libero. Di questa impostazione mi piace molto l’idea di considerare l’uomo nella sua unità come un universo perché l’energia vitale (in cinese Qi) è il motore del ciclo nascita — vita — morte che permea tutte le cose animate e inanimate. Il microcosmo come il macrocosmo, l’atomo come l’universo, la cellula vivente come il sistema solare. Il movimento dei pianeti può essere paragonato al succedersi del giorno e della notte. Sottrarsi a questa “cadenza” naturale delle nostre vite in nome del progresso porta a vari tipi di squilibri che spesso degenerano in varie forme di malattia. Il corpo, per difendersi, si arma, aumenta la corazza muscolare per proteggersi dai traumi e dai problemi. Il percorso ideato da Pino Ferroni, messo a punto con anni di sperimentazioni, ha il fine di sciogliere questi blocchi energetici.

Il nostro essere è composto da energia e coscienza. “La vita è movimento — respiriamo, mangiamo, camminiamo, ci muoviamo. Le emozioni scorrono attraverso il nostro corpo, i pensieri attraverso la nostra mente; il fluire della vita, se avviene liberamente, è un’esperienza che crea piacere. Tuttavia è essenziale per l’essere umano avere coscienza di questo movimento e fare di ciò un’esperienza consapevole. — continua Pino Ferroni.

Energia e coscienza interagiscono costantemente. Non ha senso semplificare, relegando la prima al corpo e la seconda alla mente. Tutto il nostro essere è energia pulsante. Se viene bloccata dà luogo a sintomi di varia natura. Anche la coscienza è composta da energia, l’energia è coscienza. Esiste una coscienza intrinseca alla vita stessa, una sorta di coscienza unificata e unificante che tutto comprende in sé, una sorta di “energia pensante”.

  1. La base è il corpo. Alexander Lowen definiva il corpo un “laboratorio di vita”.
  2. Poi vi sono le emozioni che hanno una loro consapevolezza. Wilhelm Reich nel libro “I principi di identità psicosomatica” scrive: “C’è un’identità tra corpo, emozioni, pensieri di un individuo, essendo questi da considerarsi come un sistema di energia unificata, piuttosto che come un insieme di psiche e soma”.

Esiste una sorta di responsabilità delle emozioni.

  1. I pensieri sono potenti e in grado di condizionare il nostro sistema delle credenze che determina le nostre azioni.
  2. La volontà è la responsabile della libertà di azione e di espressione esteriore (schiena) e interiore (cuore) e si influenza anche con la meditazione e i sogni.
  3. Il sé spirituale è la nostra capacità di amare e di farci scegliere la soluzione migliore tra miriadi di opportunità. Quando pervade tutti i livelli della personalità l’essere umano si sente pienamente realizzato.

“Il risultato di questa unificazione è l’amore: amore per sé, per l’altro e per l’esistenza in tutte le sue magnifiche forme. — scrive Pino Ferroni nel suo Corpo Ritrovato — (…) Dallo spazio del sé spirituale nasce il nostro potere creativo, quello che dà significato alle nostre vite e ci apre a un sentiero che va oltre il piano materiale, oltre i confini della realtà personale.”

Il nostro corpo quindi ha una sua saggezza intrinseca e potentissimi mezzi di autoguarigione. Tutta questa forza è minata giornalmente dall’aggressione della vita moderna che mette a dura prova lo scorrere libero dell’energia vitale.

Questo percorso serve a liberare gli ostacoli e attraverso il corpo risalire a ogni livello della piramide corpo-mente fino alla realizzazione del sé spirituale.

La pelle nella medicina tradizionale cinese è il punto di congiunzione tra due polarità YIN e YANG e rappresenta l’elemento fondamentale di unione tra cielo e terra. È l’organo più grande del nostro corpo e ha il compito di

  1. tenere dentro
  2. tenere fuori
  3. mediare tra dentro e fuori

Esistono moltissimi studi che dimostrano l’importanza del tatto e del tocco della pelle nei primi anni di vita per la formazione equilibrata dell’essere umano.

“Il Bioenergetic-Shen Treatment©️ si prefigge di colmare eventuali carenze tattili e sensoriali della nostra infanzia e di rendere più significative le esperienze già vissute. — scrive Pino Ferroni nel suo Corpo Ritrovato — Così, piano piano, incontro dopo incontro, sentiamo sorgere prima e crescere poi un rinnovato senso di sicurezza in noi stessi, con un sensibile aumento della nostra autostima e della nostra capacità di dare e di ricevere amore.”

Leggere e scrivere di come Internet possa migliorare la vita delle persone integrando mindfulness e tecnologia.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store